Saggi

La virtù della Tenerezza: il “Vangelo” di papa Francesco

In una pubblicazione speciale sono stati raccolti i contributi dei relatori che si sono alternati al tavolo del "Convegno sulla Teologia della Tenerezza in papa Francesco", svoltosi in Assisi dal 14 al 16 settembre 2018 e organizzato dal Centro Familiare Casa della Tenerezza. I contributi, raccolti in questo testo, con [...]

2019-12-11T15:28:49+01:00

“Dalla parte dei bambini” di Barbara Baffetti

«Oggi, nonostante la nostra sensibilità apparentemente evoluta, e tutte le nostre raffinate analisi psicologiche, mi domando se non ci siamo anestetizzati anche rispetto alle ferite dell’anima dei bambini» (Papa Francesco, Amoris laetitia 246). Un testo prezioso, per supportare i genitori separati e divorziati a farsi carico dei bisogni dei loro bambini, e [...]

2019-12-11T10:46:15+01:00

Teologia del talamo nuziale

Non è molto comune, in ambito ecclesiale, affrontare l’argomento del talamo nuziale. Anche se molti lo confinano nell’ambito privato o lo considerano un tema off-limits, esso riveste un grande significato simbolico: rimanda infatti all’intimità come «luogo teologico» nel quale gli sposi, donandosi, sperimentano l’amore di Dio, lo rivivono in se stessi e celebrano il loro essere nel Signore.

2020-01-20T16:43:45+01:00

La tenerezza grembo di Dio Amore – Saggio di teologia biblica

In sintesi
La rivelazione biblica del volto di Dio muove da un orizzonte apparentemente paradossale: il Signore è il Totalmente-Altro, l'Altissimo, l'Ineffabile, il Tre volte Santo, non raffigurabile in alcuna figura terrena e non identificabile con nessun idolo, e tuttavia è il Dio-con-noi, un Dio che si rende personalmente presente e s interessa alle sorti del suo popolo, descritto perfino con sentimenti umani come la collera e la gelosia . La sua trascendenza si coniuga, in mirabile unità, con l immanenza del suo amore misericordioso e la sua tenerezza.

2020-01-20T16:46:35+01:00

Teologia della Tenerezza. Un Vangelo da riscoprire

In sintesi
Il libro è un originale studio teologico che presenta, per la prima volta in modo organico, la visione cristiana della corporeità. Lo studio è articolato in due parti: Prospettive storiche: la verifica della vicenda del corpo nella storia, dalle radici vetero e neo-testamentarie fino alla situazione odierna, rappresenta la prima fase dell’elaborazione di una teologia cristiana del corpo: il corpo nell’antropologia biblica (cap. I), il corpo nella storia del cristianesimo (cap. II), il corpo nella cultura contemporanea (cap. III), la riappropriazione attuale del corpo nella Chiesa (cap. IV). Prospettive teologiche: il corpo come «cosa buona» uscita dalle mani di Dio ed il significato del «sì» di Dio al corpo detto nell’incarnazione del suo Unigenito è l’ambito di fondo entro cui si situa la divisione della seconda parte dello studio: l’uomo e il suo corpo (cap. V), la sessualità nel progetto di Dio (cap. VI), il corpo segnato dal peccato d’origine (cap. VII), il corpo di Cristo come sacramento universale di redenzione (cap. VIII), la Chiesa e l’eucaristia come corpo di Cristo (cap. IX), il corpo del battezzato (cap. X), il corpo nel matrimonio e nella consacrazione (cap. XI), il corpo nella malattia e nella morte (cap. XII), la risurrezione dei corpi (cap. XIII), l’assunzione di Maria «in anima e corpo» come icona del popolo di Dio pellegrinante sulla terra (cap. XIV).
 
2019-12-11T10:46:16+01:00

Il Sacramento della Coppia

In sintesi
Non esistono due storie, ma un'unica storia salvifica che dalla prima creazione va verso la creazione definitiva inaugurata dal Signore risorto e dal dono del suo Spirito alla Chiesa e al mondo, nello stesso modo non esistono due matrimoni. L'atto sacramentale del matrimonio non si pone dopo la realtà antropologica dell'incontro e del reciproco accettarsi e consegnarsi degli sposi, al contrario coincide con questa realtà, essendo la stessa comunione di amore tra un uomo e una donna battezzati che diviene sacramento. L'atto di Cristo e della Chiesa che costituisce il matrimonio sacramento non opera al di sopra della coppia e del mutuo scambio di consenso dei nubendi, ma al suo interno e mediante la totalità del reciproco promettersi, accettarsi e donarsi dei due battezzati, il problema di un recupero dell'unità interna tra il matrimonio come realtà umana e il matrimonio come mistero di grazia non rappresenta un'opzione più o meno facoltativa, da lasciare all'arbitrio o all'intuizione dei singoli autori; costituisce un'istanza imprescindibile, fondativa e specifica della piena verità del matrimonio cristiano e della sua sacramentalità. Questo volume offre una teologia del sacramento che muova dall'antropologia della coppia - e quindi della reciprocità maschile e femminile, del corpo come simbolo di scambio, della sessualità come dimensione costitutiva dell'essere umano e della parola come "sacramento" - per giungere a mostrare come sia questa stessa realtà umana di coppia che si trasforma in sacramento e, viceversa, come il sacramento del matrimonio - in quanto dono di Dio e atto di Cristo e della Chiesa nello Spirito - trasfiguri questa medesima realtà, innestandola nel "grande mistero" dei tempi escatologici.
 
2019-12-11T10:46:16+01:00

Teologia della famiglia. Fondamenti e Prospettive

In sintesi

L'attenzione del pensiero teologico contemporaneo è più focalizzata sul matrimonio inteso come sacramento celebrato che non sulla famiglia e sul matrimonio come stato sacramentale di vita. Se la comunione di coppia è fondata sulla scelta reciproca e sul mutuo consenso, la relazione tra genitori e figli, tra fratelli e sorelle, tra parenti richiede un orizzonte di riflessione più ampio e complesso.

Il volume offre una visione d'insieme sulla teologia della famiglia, che aiuti a passare dalla considerazione del matrimonio come atto alla visione del matrimonio come stato di vita sacramentale, fino a delineare le linee-guida di una fondazione teologica della pastorale familiare.

Collegati alla pagina dell'Editore
 
2019-12-11T10:46:16+01:00

Abbracciami. Per un terapia della tenerezza. Saggio di antropologia teologica

In sintesi
Gesto semplicissimo, ma di straordinaria forza espressiva,l’abbraccio comunica con immediatezza la disponibilitàa entrare in relazione con gli altri e a crearele condizioni che consentono di superare la naturale inclinazione a difendere il proprio spazio personale.Esiste una vasta tipologia di abbracci: protettivi, riconcilianti, di benvenuto, di commiato, di congratulazione, di affetto, di passione,ognuno dotato di un contenuto specifi co in relazione al signifi cato chegli viene attribuito, alla sua forma, alla sua fi nalità.Nonostante questa ricchezza, nessun dizionario biblico, dogmatico, morale o di spiritualità riporta questa voce o la richiama e, fatta eccezione per qualche studio specifico, la riflessione sul piano dell’antropologia teologica è stata finora poco approfondita, come se questa modalità di comunicazione non avesse pieno diritto di cittadinanza nel pensiero cristiano.Il volume si propone di colmare la lacuna prendendo in esame le dimensioni antropologica, teologica, biblica, psicoterapeutica e sacramentale dell’abbraccio nella sua forma nuziale, genitoriale, amicale, riconciliante, conviviale e mistica.
 
2019-12-11T10:46:16+01:00